Migranti, il messaggio SHOCK della Boldrini: «Sono necessari, garantiscono pensioni agli italiani!»

Di fronte alla costante crescita del fenomeno delle migrazioni, è urgente che l’Europa risponda uscendo dalla logica dell’emergenza, vincendo gli egoismi nazionali, intervenendo con più efficacia sulle ragioni che spingono le persone a partire.

Queste sono le prime parole del messaggio della Paladina dell’Immigrazione Laura Boldrini nella giornata mondiale del migrante.
La presidentessa della Camera nello stesso messaggio ha spiegato come i migranti siano una risorsa importante perché sono loro che pagheranno le pensioni agli italiani e eviteranno all’Italia e all’Europa un pericoloso tracollo demografico:

I movimenti verso il nostro continente di persone che cercano qui un’esistenza libera e dignitosa sono un fenomeno strutturale, che richiede perciò di essere gestito in maniera sistematica, ed in coerenza con il diritto internazionale. Affrontarlo invece con misure estemporanee e senza pianificazione, come accade ancora troppo spesso, non solo ostacola l’inclusione sociale ed economica dei migranti, ma alimenta le reazioni di disagio e di chiusura delle popolazioni locali. Ai sentimenti di diffidenza e di paura si deve rispondere favorendo l’inserimento e l’integrazione dei migranti e creando occasioni di incontro, di scambio e di conoscenza reciproca.
A quanti oggi vorrebbero costruire muri, bisogna ricordare che non soltanto questo vìola principi e valori iscritti nella nostra Costituzione e nei Trattati europei, ma che la presenza dei migranti che lavorano e pagano le tasse è nell’interesse demografico ed economico del nostro Paese. Infatti, secondo le più autorevoli ricerche internazionali, senza i migranti tra qualche decennio i Paesi europei saranno abitati da anziani per i quali nessuno potrà garantire una pensione. Così come le donne migranti che sono nelle nostre case prendono il posto di un welfare troppo fragile e consentono alle donne italiane di lavorare fuori di casa e mandare avanti la famiglia. Al tempo stesso, è indispensabile che l’Unione europea non chiuda gli occhi sulle cause – guerre, persecuzioni, povertà – che producono i flussi migratori. Anche sotto questo profilo l’Europa è chiamata ad un maggiore protagonismo nelle aree di crisi.

Forse alla nostra cara Boldrini andrebbe ricordato che nel conto dei migranti si deve tener conto delle spese che lo Stato sostiene per ospitarli e dei costi sociali che gli italiani devono sostenere ogni giorno.

GUARDA ANCHE:

 

RAI manda in ONDA il Rapper che PRENDE per il C**O l’ITALIA!!!


 

 

 

Commenti

commenti BUZZurri !