Gad Lerner loda il Rapper che Prende per il Culo l’Italia:«Bello Figo? È il futuro, se li mangia tutti!»

Parole vergognose quelle rilasciate in un’ intervista dal giornalista Gad Lerner a margine dell’incontro al Foro Boario di Modena dedicato ai flussi di migranti in Europa.
Ecco l’intervista integrale, presa dal giornale La Gazzetta di Modena:

Gad Lerner, quando lei parla di migranti e rifugiati lo fa da una prospettiva capovolta rispetto al solito, come se partisse dall’Africa o dal Medio Oriente.

«Collaboro da 17 anni con Nigrizia e negli ultimi anni ho fatto numerosi viaggi in Africa che mi hanno segnato profondamente. Soprattutto quello in Nigeria, piuttosto difficile da organizzare. Da questi viaggi esci con idee più chiare. In Nigeria la crescita della popolazione è vertiginosa: se nel 2000 erano 80 milioni come in Germania, nel 2050 saranno 500 milioni, come tutta l’Europa di oggi. La Nigeria è il Paese che ha dato più sbarchi in Italia e Europa. In Italia ci sono 37.500 nigeriani; 5mila ragazze nigeriane all’anno sono avviate alla prostituzione. Solo fermandoci a questo caso è chiaro che diventa ridicolo pensare che si risolva il problema delle migrazioni con i rimpatrii. Parliamo di gente che affronta viaggi lunghissimi, pericolosi, avventurosi, rischiando la vita e, dall’altro lato, di rimpatrii esigui (5mila all’anno), che costano 10mila euro l’uno allo Stato italiano. In mezzo ci sono luoghi, come Agadir in Niger, dove comandano i clan dei trafficanti. Vogliamo occuparli militarmente?»

L’immigrazione è un tema che spacca in due l’Italia. È possibile accettare i migranti che arrivano?

«Sì, ma ci vuole tempo. Lo possono fare solo i giovani. Ma i giovani italiani sono un’esigua minoranza che si rimpicciolisce ancora d più guardando al futuro demografico. Poi c’è il problema della “accoglienza”. Oggi è praticata nelle regioni con maggiore benessere: a Modena gli extracomunitari sono il 12%».

 

Noi e loro: un grande argomento.

«I migranti provocano in noi un incontro e scontro culturale. Ci spingono a interrogarci sui nostri pregiudizi e le nostre certezze. Ci spaventano e ci affascinano. Nel migrante vediamo  uno spirito di iniziativa, il coraggio di strapparsi dai Paesi in cui si è cresicuti. Attraversano luoghi impervi, rischiano la vita, devono stare a contatto con lingue e culture sconosciute, attraversano il mare sui barconi nelle mani dei trafficanti. Suscitano in alcuni di noi ammirazione, in altri inquietudine. Ci consoliamo a pensare che sono dei barbari ma in realtà nutriamo una segreta ammirazione per la loro capacità di affrontare grandi sfide».

 

Cambiamo argomento. Il rapper di origini ghanesi Bello Figo Gu è un caso clamoroso dell’Italia che cambia. Oggi è preso di mira dalla destra: gli estremisti minacciano di morte gli organizzatori dei suoi concerti.

«Bello Figo è stato il protagonista del più divertente show televisivo degli ultimi tempi con Belpietro e la Mussolini. Cosa ne penso? Che Bello Figo è il futuro. Se li mangerà tutti. È un rapper che ha ironia, è scafato, sa usare il linguaggio come pochi e ne capovolge il significato ideologico. Credo che ne spunteranno tanti come lui. Ci sono tanti giovani africani in Italia che sono creativi, fantasiosi e capaci di fare satira pronti a emergere».

GUARDA ANCHE:

RAI manda in ONDA il Rapper che PRENDE per il C**O l’ITALIA!!!


 

Commenti

commenti BUZZurri !