Robin Li e Baidu hanno comprato il Milan. Ma la firma sul preliminare non c’è ancora

La televisione di stato CCTV2 dà in diretta il clamoroso annuncio: partito il tam tam mediatico, nero su bianco soltanto la prossima settimana.

robin li baidu milan

Robin Li con la sua Baidu, il sesto uomo più potente della Cina, sarà il Berlusconi d’Oriente e comprerà il Milan. Il clamoroso annuncio viene fatto in diretta televisiva dalla CCTV2, la televisione di stato cinese (equivalente alla nostra Rai2) che nel corso di un programma economico dà notizia dell’affare praticamente concluso dal tycoon orientale che acquisterà il 70% del club rossonero (ma in realtà negli accordi c’è la cessione immediata dell’80% del pacchetto azionario del Milan) per una cifra vicina ai 437 milioni di dollari.

Il co-fondatore del più importante motore di ricerca cinese (Baidu è l’equivalente del Google occidentale) vanta un patrimonio da 11,8 miliardi di dollari. Il suo nome era già circolato all’inizio di questa intrigante spy-story, lo scorso 15 aprile.

COLOSSO BAIDU – La sua azienda, invece, il colosso Baidu, è leader assoluto nel mondo di internet e ha un monte affari da 66,1 miliardi di dollari. Cifre da capogiro, che fanno spalancare gli occhi e liberano la fantasia di tutti i tifosi del Milan, che, al momento della notizia, si sono catapultati sui social a caccia di conferme dall’Est.

Nel frattempo CCTV ha continuato a diffondere filmati sull’accordo che sarebbe praticamente fatto dopo quasi tre mesi di trattativa in esclusiva tra Fininvest e quella che a questo punto potrbbe anche non essere una conglomerata cinese, data la potenza economica di Robin Li. Phoenix TV ha subito contattato Baidu chiedendo conferme, ma il colosso cinese si è trincerato dietro un no comment. La stessa Fininvest, come riporta milanews.it, per ora non conferma le notizie proveniente dalla Cina.

La Smentita da Fininvest.

diavolo

“Indiscrezioni infondate”: così Fininvest definisce alcune voci provenienti dalla Cina secondo le quali Baidu, la società che fa capo al magnate Robin Li, sarebbe interessata ad la maggioranza del Milan. Indiscrezioni rilanciate da CCTV, la tv di stato cinese, che però non trovano conferme. Da Fininvest ribadiscono intanto che la trattativa per la cessione del club con la cordata capitanata dall’advisor Sal Galatioto prosegue. La firma sull’accordo preliminare dovrebbe arrivare al più tardi entro le prossime settimane entro la fine di luglio dopo un rinvio di natura tecnica.

 

Commenti

commenti BUZZurri !