Boldrini: “i tatuaggi sono segno di ignoranza, vanno banditi dai posti di lavoro”

Frase alquanto discutibile che ha generato molta indignazione sui social.

La presidente della Camera Laura Boldrini dopo la comunicazione della fiducia sulla Legge Elettorale (Italicum), Roma 28 Aprile 2015. ANSA/GIUSEPPE LAMI

 

Proprio stamattina a Truce in provincia di Bologna la emerita onorevole Boldrini ha espresso il suo parere riguardo alla piaga sociale dei tatuaggi.

In sindaco di Truce, Giano Crono, intervistato dal direttore del nostro giornale, il signor Gaetano Sbattiporta si è espresso molto negativamente su questo fronte.

A dire del sindaco Crono sono sempre più gli impiegati tatuati e questo secondo uno studio della clinica dermatologica di Porre (Modena) ha un’influenza molto negativa sulle performance degli impiegati.

Lo studio psicologico e dermatologico dell’istituto di Porre, fa notare come il tatuaggio sia ricollegato al fenomeno dell’analfabetismo funzionale. Comunicare con un disegno che rimane a vita sul corpo è sintomo, secondo i ricercatori di Porre di analfabetismo funzionale! Tant’è che c’è, non a caso, più o meno la stessa percentuale quanto di persone tatuate tanto di analfabeti funzionali nel nostro paese e la cosa non è affatto casuale. Questo è quello che ha dimostrato lo studio della dottoressa Lucca Ashtear (italiana di origini statunitensi) al centro di ricerca di Porre.

Il sindaco di Truce infatti è d’accordo con Laura Boldrini che durante il convegno in cui era ospite ha detto: “il tatuaggio è un simbolo di ignoranza, di arretratezza, un ritorno ad una società tribale di cafoni… per questo mi auguro che i musulmani possano portare civiltà. E’ una cosa che andrebbe bandita ovunque dalle spiagge ai luoghi di lavoro in generale”

E mentre l’onorevole Giano Crono, sindaco di Truce ha già messo una normativa per vietare gli impiegati tatuati in comune e nelle poste del suo comune, Laura Boldrini proporrà che questa legge sia  promulgata l’anno prossimo in quanto non ne vuole sapere di vedere tatuati in parlamento.

E mentre, quindi, nel comune di Truce sono stati banditi i tatuaggi dagli uffici pubblici con tanto di multa correlata, questa legge potrebbe anche varcare i confini del comune ed essere promulgata in tutta Italia.

Secondo la Boldrini, dunque, il tatuaggio è simbolo di ignoranza.

Così si è espresso il sindaco di Truce a riguardo: “il tatuaggio? Aberrazione umana, disgustoso…  belle ragazze che si rovinano la pelle con quegli obbrobri… mi stupisco sia diventato un fenomeno così di massa da analfabeti funzionali sono orribili e non meritano di essere visti in spiaggia… ora il mio comune non ha il mare ma se l’avesse li vieterei pure lì come fanno in Giappone dove sono vietati i tatuaggi in spiaggia e alle terme, paese dal quale prendere esempio”

Fonte : webitalia360.com

Commenti

commenti BUZZurri !